Tecnica di indagine semi-distruttiva che consente di misurare la profondità di carbonatazione dello strato superficiale di una struttura in calcestruzzo, dal momento che, con il passare del tempo, l’anidride carbonica tende a “carbonatare” lo strato superficiale del conglomerato. La prova va effettuata subito dopo l’estrazione del campione di calcestruzzo tramite carotaggio, Operativamente si procede immergendo il campione in una soluzione di fenolftaleina che contiene alcool etilico all’1%, provocando una colorazione viola nella zona non intaccata dalla carbonatazione. Il tratto “incolore”, invece, indica la profondità di carbonatazione. UNI EN 14630:2007

 

Carbonatazione su campioni CLS